Acqua, risoluzione. Acea Ato5 chiede spiegazioni


Da La Provincia Quotidiano del 20 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Oggi dovrebbe essere il giorno buono. Questa mattina, dagli uffici dell’Ato5 di Frosinone dovrebbe partire il messaggio di posta elettronica certificata indirizzato all’Acea Ato5 con cui viene notificata la delibera approvata lo scorso 13 dicembre dall’assemblea dei sindaci e con cui si è voluto sancire la risoluzione del contratto per la gestione del servizio idrico integrato nell’ambito territoriale n.5. Continua a leggere

Annunci

Provincia. Presentate le liste, l’8 gennaio si rinnova il Consiglio


Da La Provincia Quotidiano del 20 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Sindaci e consiglieri comunali sono ufficialmente in campagna elettorale per il rinnovo del consiglio provinciale che, dopo la riforma Delrio, ha durata biennale.
I termini per la presentazione delle liste sono scaduti ieri a mezzogiorno. Quattro le compagini che scendono in campo: ‘Frosinone Popolare’ che fa riferimento all’Ncd-Udc; ‘Insieme si vince’ che nasce dall’alleanza Forza Italia – Fratelli d’Italia – Noi con Salvini; ‘A difesa del territorio’ che vede in campo candidati socialisti, di Sinistra Italiana e civici; ‘Partito democratico’. Continua a leggere

Provincia. Cosap: arriva il software per far pagare a tutti i passi carrabili


Da La Provincia Quotidiano del 19 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Una super consulenza da 22.000 euro per far pagare a tutti la tassa provinciale sui passi carrabili. L’ha affidata la Provincia di Frosinone ad una società di Alatri, la Net Solutions Srl, che sta aggiornando e potenziando la banca dati degli accessi da tassare, realizzando un apposito software. Un lavoro molto lungo e articolato, già in atto da diversi mesi, giunto di recente al secondo step. Il tutto per una spesa di 21.960 euro, di cui si è pagata di recente la seconda rata di 6.100 euro.    Continua a leggere

Frosinone. Nuovo Provveditorato? Non c’è spazio per l’archivio! Presi a noleggio tre container…


Da La Provincia Quotidiano del 18 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Ci sono voluti quasi venti anni per realizzarlo e sono stati spesi 6,8 milioni di euro. Ma non c’è spazio per l’archivio, tanto che la Provincia è costretta a noleggiare tre container per custodire i fascicoli del personale. Parliamo dell’immobile che ospita, da un anno circa, l’ufficio scolastico provinciale, l’ex Provveditorato agli studi per capirci, che però – a quanto pare – non ha spazi sufficienti per i faldoni relativi ai docenti in servizio o già in pensione.    Continua a leggere

Acea. Risoluzione del contratto. Tutti lo sanno ma al gestore nessuno lo dice


Da La Provincia Quotidiano del 17 dicembre 2016

di Cesidio Vano
‘L’Aato darà formale comunicazione al gestore della dichiarata risoluzione che dovrà contenere le modalità e gli obblighi per il trasferimento del S.I.I.’. E’ questo quanto recita il secondo comma dell’articolo 34 della Convenzione di gestione del servizio idrico integrato tra Ambito territoriale ottimale di Frosinone e Acea Ato5 spa.
In sostanza, l’Ato5 deve comunicare al gestore non solo l’avvenuta revoca dell’appalto ma deve contestualmente indicare per quanto tempo ancora la società deve provvedere alla gestione e in che modo deve poi procedere a riconsegnare reti e impianti. Continua a leggere

Cassino. La sacrosanta battaglia di D’Alessandro per il gas e il centrodestra


Da La Provincia Quotidiano del 3 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Non è detto che D’Alessandro vincerà la battaglia per la gestione dell’Atem del gas. Ma è importante che ci stia provando, perché il suo appare un riscatto per quei sindaci che la scorsa primavera si sono visti imporre la bozza di convenzione decisa dalla cordata politica Pompeo-Tersigni-Petrarcone, con l’avvallo anche del comune di Ceccano. Un’intesa tutta sbilanciata verso il centrosinistra che, forte del controllo delle città più grandi, aveva fretta di chiudere la partita in modo da assicurarsi il controllo dell’Atem del gas: ovvero delle procedure per l’appalto del servizio di distribuzione

Continua a leggere

Storia delle riforme costituzionali in Italia


Da La Provincia Quotidiano del 2 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Sono stati numerosi, nella storia parlamentare italiana, i tentativi, più o meno fortunati, di modificare la Carta costituzionale. E la cosiddetta riforma Renzi-Boschi, a ben vedere, è parente stretta di quelle proposte, mai giunte compiutamente a frutto, se non per la modifica del Titolo V della Costituzione approvato dal primo referendum costituzionale della storia repubblicana nel 2001. 

1982 – i Comitati di studio
La storia dei tentativi di riscrittura della Costituzione repubblicana può partire nel 1982, quando Continua a leggere