Quei mutui ‘fantasma’ per il servizio idrico, che rischiano di mandare in dissesto diversi Comuni


Da L’Inchiesta Quotidiano del 21 luglio 2021

Ci sono tra i 10 e i 20 milioni di euro che diversi Comuni della provincia di Frosinone attendono di ricevere da Acea Ato 5 a copertura dei mutui contratti nel periodo 2001-2003 per la realizzazione di opere acquedottistiche o fognarie poi passate nella gestione unica dell’Ato 5. Si tratta di somme aggiuntive rispetto ai 30 milioni di euro – di cui ci siamo occupati da queste colonne nelle scorse edizioni (leggi qui) – che sempre Acea Ato 5 deve (dal 2011!) ai Comuni in cui gestisce il servizio idrico integrato, ai consorzi di bonifica e alla stessa Autorità d’ambito a titolo di canone concessorio.

Continua a leggere “Quei mutui ‘fantasma’ per il servizio idrico, che rischiano di mandare in dissesto diversi Comuni”

Frosinone. Acea Ato 5 non paga 30 milioni di canoni e i sindaci stanno a guardare


Da L’Inchiesta Quotidiano del 19 Luglio 2021 (vai)

Un fiume di denaro che dovrebbe già essere nelle casse dei Comuni e che, invece, Acea Ato 5 si tiene stretto nelle proprie tasche, senza che nessuno protesti o applichi le sanzioni previste dalla convenzione di gestione del servizio idrico integrato nella provincia di Frosinone. Parliamo degli oltre 30 milioni di euro che Acea Ato 5 avrebbe dovuto versare entro lo scorso 31 gennaio alle varie amministrazioni comunali, all’Ato 5 e ai consorzi di Bonifica a titolo di canone concessorio.

Continua a leggere “Frosinone. Acea Ato 5 non paga 30 milioni di canoni e i sindaci stanno a guardare”

Acea Ato 5 si fa beffa degli utenti: “Vuoi il rimborso? Mandami l’autolettura!”


Da L’Inchiesta Quotidiano del 12 luglio 2021 (vai)

Acea come Gollum: “Il mio tessoroooo!”. Il gestore idrico della provincia di Frosinone si tiene stretti i soldi incassati in più nel 2020 e nei primi mesi del 2021, applicando tariffe più alte rispetto a quelle poi adottate dai sindaci, che hanno dimezzato gli aumenti. Si tratta di circa 3,5 milioni di euro che dovrebbero tornare nelle tasche dei cittadini, ma Acea Ato 5 finora ha cincischiato, cercando di prendere tempo e studiano soluzioni “alternative” che le consentano di tenersi il “tessoroooo!”.

Continua a leggere “Acea Ato 5 si fa beffa degli utenti: “Vuoi il rimborso? Mandami l’autolettura!””

Acqua, aumenti dimezzati ma Acea Ato 5 non rimborsa gli utenti


Da L’Inchiesta Quotidiano del 6 luglio 2021

Nuove tariffe, Acea Ato 5 non sta rimborsando gli utenti.
Guardate con attenzione la bolletta dell’acqua. Dovrebbe esserci il conguaglio per l’anno 2020: Acea cioè, oltre a fatturare i consumi non ancora contabilizzati, dovrebbe restituirvi la differenza pagata lo scorso anno tra le tariffe più alte (aumento del 7,7%) che ha applicato e quelle più basse (aumento del 4,2%) che hanno deliberato i sindaci lo scorso mese di marzo. E’ possibile però che non troverete nulla, come abbiamo avuto modo di verificare su alcune bollette passateci per mano.

Continua a leggere “Acqua, aumenti dimezzati ma Acea Ato 5 non rimborsa gli utenti”

Acea Ato 5, il gestore idrico deve restituire 2,7 milioni agli utenti per la mancata depurazione


Da L’Inchiesta Quotidiano del 29 giugno 2021 (vai)

Rimborsi per la depurazione, Acea Ato 5 si tiene in tasca 2,7 milioni di euro che gli utenti non hanno richiesto indietro. Ma una decisione della Cassazione rischia di rovinare la festa (e i conti) alla società che gestisce il servizio idrico in provincia di Frosinone. La Procura indaga per peculato.

Secondo le indicazioni che nel 2014 ha dato il Commissario ad acta nominato dal Tar del Lazio, lo scorso 31 dicembre 2020 sarebbero scaduti i termini (5 anni) per reclamare il rimborso delle somme pagate per il servizio di depurazione da parte degli utenti che tale servizio non l’hanno mai ricevuto, poiché non allacciati alla fognatura o allacciati a fognatura che recapitava in un depuratore non funzionante.

Continua a leggere “Acea Ato 5, il gestore idrico deve restituire 2,7 milioni agli utenti per la mancata depurazione”

Acea Ato 5 parla sempre più romano e finisce per dimenticare la Ciociaria.


Da La Provincia Quotidiano online 4 luglio 2021 (vai)

Acea Ato 5 volta le spalle all’università di Cassino e strizza l’occhio all’Ateneo di Tor Vergata. Il gestore del servizio idrico della provincia di Frosinone prende ormai sempre più le distanze dalla Ciociaria e assume con decisione un volto ‘romano’ tagliando rapporti e collaborazioni con il territorio che lo ospita.

Continua a leggere “Acea Ato 5 parla sempre più romano e finisce per dimenticare la Ciociaria.”

Acea Ato 5 , il mistero buffo dei bilanci fatti sparire dal sito internet


Da L’inchiesta Quotidiano del 24 giugno 2021 (vai)

Tutti i bilanci di Acea Ato 5 sono stati fatti sparire dal sito internet della società. Perché? Chi lo ha deciso? Sui conti della Spa che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Frosinone c’è sempre meno trasparenza e si accumulano sempre più dubbi e misteri. Grazie all’archivio internet (archive.org) è sempre possibile vedere come un sito internet era in passato. Siamo andati allora a verificare quali documenti contabili fossero disponibili sul sito di Acea Ato 5 fino a qualche settimana fa: ecco che nella sezione “Chi siamo” apparivano pubblicati e scaricabili tutti i bilanci. Se si prova ora a consultarli, non si trova trovate più nulla. Tutto fatto sparire. Con un colpo di bacchetta magica. Se fino allo scorso febbraio

Continua a leggere “Acea Ato 5 , il mistero buffo dei bilanci fatti sparire dal sito internet”

Acea Ato 5, Er modello de’ Roma e l’inventiva ciociara


Da L’inchiesta Quotidiano del 21 giugno 2021 (vai)

Bilanci in perenne rosso, indicatori della qualità del servizio che lasciano a desiderare, perdite idriche da record additate a livello nazionale, reti colabrodo costruite mediamente 50 anni fa, tariffe tra le più alte d’Italia: la gestione del servizio idrico in Ciociaria è una vera e propria rogna. Ad Acea se ne sono accorti subito, davanti ai primi resoconti della gestione appena avviata, un paio d’anni dopo aver vinto la gara nel 2003.
Avemo preso ‘na sola da niente!” hanno sbottato ai piani “arti” del palazzone de piazzale Ostiense e subito “er gestore” ha iniziato a chiedere più “sordi”; a minacciare di andare via e di portare in tribunale “er piano d’ambito” messo a base di gara perché era “‘na truffa bella e bona!”.

Continua a leggere “Acea Ato 5, Er modello de’ Roma e l’inventiva ciociara”

Bollette, la spinta di Acea Ato 5 per l’8-9% di aumento. A Roma no.


Da L’Inchiesta Quotidiano del 2 luglio 2021

Crediti ceduti a banche e finanziarie; tariffe aumentate al massimo e accelerata sulle fatturazioni in stima per incrementare il fatturato. Acea prova a spremere la Ciociaria per rientrare di oltre 200 milioni di euro (100 per bollette dell’acqua non pagate e 100 di conguagli sulle annualità precedenti) che mancano nelle casse.

Continua a leggere “Bollette, la spinta di Acea Ato 5 per l’8-9% di aumento. A Roma no.”

Alvito, i Carabinieri recuperano pisside trafugata e la consegnano al Parroco don Francesco Del Bove


di Cesidio Vano per cesidio.blog

I carabinieri della Stazione di Alvito, guidati dal comandante Vincenzo Pagliaroli, hanno riconsegnato al Parroco della frazione Castello di Alvito, don Francesco Del Bove, un’antica pisside che era stata trafugata nel lontano 26 ottobre 2010 dalla Chiesa dello stesso borgo medievale intitolata a Santa Maria Assunta. In quell’occasione oltre al prezioso manufatto in argento i ladri portarono via anche un ostensorio, un bambinello ed altri oggetti sacri.

Il parroco ha voluto ringraziare i carabinieri per il lavoro fatto, non nascondendo l’emozione e la soddisfazione per il ritrovamento dell’oggetto sacro ormai creduto perduto per sempre.

Continua a leggere “Alvito, i Carabinieri recuperano pisside trafugata e la consegnano al Parroco don Francesco Del Bove”