Non c’è più posto al Cimitero, il Comune requisisce gli ultimi (otto) loculi liberi


Da La Provincia Quotidiano del 23 dicembre 2016

di Cesidio Vano
Tutto esaurito! Al cimitero di Frosinone non c’è più posto e il Comune è stato costretto a requisire le poche tombe ancora libere (sono 8 in tutto) per le emergenze che si dovessero presentare.
Un provvedimento d’urgenza, preso nella giornata di ieri dal dirigente del settore competente, architetto Francesco Acanfora, che ha firmato un’apposita ordinanza, la n.696/2016 con cui – non potendo vietare, per ovvie ragioni, all’utenza di morire – ha disposto la requisizione di due tombe assegnate ma non utilizzate e ha  prorogato anche un precedente provvedimento similare con cui di tombe ne venivano requisite altre sei.

Si tratta di una misura, ad ogni modo, provvisoria (fino maggio 2017), perché il Comune di Frosinone ha già dato in appalto la costruzione di 160 nuove tombe in batteria, ma i lavori non sono ancora terminati e la capienza del camposanto è al limite.

Nell’ordinanza dirigenziale si legge:“Considerato che allo stato attuale non risulta possibile trovare un’idonea e definitiva quanto immediata soluzione al problema in quanto, i 160 loculi in fase di realizzazione, potranno essere

disponibili solo ad ultimazione dei lavori e potranno essere, quindi, destinati anche alla tumulazione delle salme (che saranno, ndr) tumulate nei loculi requisiti” si ritiene necessario e urgente “adottare opportuni atti al fine di fronteggiare l’attuale situazione di emergenza e, pertanto, provvedere alla requisizione dei loculi ancora liberi e non utilizzati”.

Insomma, viene da dire, resistete e cercate di stare in vita il più a lungo possibile, almeno finché i lavori di costruzione dei nuovi loculi non saranno terminati.

Non è la prima volta che il Comune si trova a dover fronteggiare questa situazione. A dirla tutta, già la scorsa estate dai competenti uffici era stata emanata – come detto – una ordinanza del genere in attesa, allora, della costruzione di 96 nuovi loculi. A quanto pare non ancora disponibili.

Da segnalare è il fatto che le tombe libere, ora requisite dal Comune, sono quelle assegnate dallo stesso ente, come risarcimento, ai familiari dei defunti sepolti in tumulazioni a terra che, negli anni passati, erano finite sommerse dall’acqua piovana. Una triste vicenda che a quanto pare ancora non è risolta. Tanto da poter dire, pensando a quei morti, che al cimitero di Frosinone sicuramente non c’è più spazio ma, purtroppo, per qualcuno non c’è neppure più pace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...