Frosinone. Ladri in Provincia, tre ‘visite’ in un mese. Bar e uffici scassinati


FR3101-002Da La Provincia Quotidiano del 31 gennaio 2016

di Cesidio Vano
Tre volte negli ultimi trenta giorni. I ladri o il ladro debbono proprio aver preso in ‘simpatia’ il palazzo della Provincia di Frosinone, visitato dai soliti ignori l’ultima volta – per adesso e in ordine di tempo – nella notte tra venerdì e sabato. Ma i ladri erano entrati in azione già una decina di giorni fa e, prima ancora, circa due settimane addietro.
Nei primi due episodi i malviventi si sono dedicati solo ed esclusivamente a scassinare la porta di ingresso del piccolo bar che è ospitato al primo piano di palazzo Iacobucci, portando via in un caso i soldi lasciati nel cassetto e nell’altro qualche prodotto e bevande.
L’altra notte – oltre alla solita escursione nel locale di ristoro – nelle mire dei ladri è finito anche l’ufficio del consigliere con delega Danilo Magliocchetti, che è situato proprio subito dopo il bar.
Un ufficio di una certa importanza, tenendo conto che Magliocchetti oltre a svolgere il coordinamento dei lavori dell’Aula (prima della riforma Delrio avremmo parlato di presidente del consiglio provinciale) ha affidate, tra le altre, le deleghe alla caccia e pesca, alla pianificazione del territorio, ai rapporti con la prefettura e i comuni, alla protezione civile, alle politiche della sicurezza e quindi alla polizia provinciale. Nel suo ufficio, insomma, ci sono pratiche relative a questi settori molto sensibili.
Ieri notte, gli intrusi hanno rovistato tra le carte del consigliere Magliocchetti senza portare via nulla, almeno così sembrerebbe ad un primo controllo. Per accedere all’ufficio, però, hanno dovuto impegnarsi non poco a scassinare la porta in legno, riuscendo alla fine a far saltare la serratura. Hanno ignorato tutti gli altri uffici che si collocano sul primo piano e sugli altri del palazzo.
Nel bar avrebbero portato via solo qualche merendina e uno snack.
L’effrazione notturna è stata scoperta solo al mattino, alla riapertura degli uffici. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, con l’intervento degli specialisti della scientifica.
In merito all’ultimo episodio, non sarebbe ancora chiaro se i ‘visitatori’ abbiano avuto accesso al palazzo della Provincia forzando una finestra al piano terreno o una delle porte principali di accesso.
Nelle precedenti due irruzioni, nel corso delle quali – come detto – avrebbe subito conseguenze solo il bar, i malintenzionati sarebbero penetrati con ogni certezza dai portoni principali di accesso forzandoli (il palazzo ha tre porte a vetrata sulla facciata principale).
L’immobile non è protetto da sistema di allarme e non ha telecamere di sorveglianza all’interno.
Gli investigatori stanno visionando le immagini riprese dalle telecamere situate nelle vicinanza della Provincia per ricavare elementi utili alle indagini.
A questo punto, però, dopo 3 incursioni in 4 settimane, sarebbe il caso di fare qualcosa per garantire una maggiore sicurezza ad un palazzo che è sede di importanti uffici amministrativi ma appare lasciato in balia di chiunque.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...