Provincia, Rimpasto si ma… I distinguo nel Pdl


Da La Provincia Quotidiano del 2 novembre 2010

“No” ad una discussione limitata ai big del partito e “sì” ad un confronto allargato a tutti i componenti del coordinamento provinciale del Pdl. Sono queste, in sintesi, le richieste che l’ala ciociara del Popolo della Libertà vicina al senatore Andrea Augello (ed anche, aggiungiamo, al senatore ciociaro Oreste Tofani) ha avanzato ieri con il comunicato, a firma dei componenti del Comitato provinciale del Pdl Fabio Tagliaferri, Tommaso Cenciarelli, Armando Pacione e Vincenzo Maggio. Il riferimento è alla discussione in atto per il rimpasto – ormai imminente e sollecitato dalla componente che fa riferimento al vicecoordinatore regioanle Alfredo Pallone ed al presidnete del consiglio regionale Mario Abbruzzese – in giunta provinciale. Quest’ultima rappresentanza, come noto, a fronte di una cospicua presenza in Consiglio provinciale lamenta una scarsa visibilità in giunta. Dunque, a Iannarilli è stato chiesto di riequilibrare le presenze nell’esecutivo.
Nella loro nota i quattro vicini ad Augello scrivono e spiegano: «La delicatezza del momento politico che stiamo vivendo sia in ambito nazionale che provinciale impone al Popolo delle Libertà un momento di riflessione e di collegialità improcastinabile. Ad un Partito con più dialogo interno stiamo lavorando ormai da tempo con il nostro leader in testa, il Senatore Andrea Augello, e non vorremmo che la democraticità che stiamo difendendo in ambito nazionale venisse disattesa proprio nella nostra Ciociaria. Apprendiamo ad esempio dalla stampa che risulta imminente un rimpasto della giunta provinciale guidata dal Presidente Antonello Iannarilli alla cui vittoria due anni or sono anche noi contribuimmo in maniera sensibile e significativa. Riteniamo opportuno che discussioni di tale levatura ed importanza non vengano affrontate in incontri ristretti a due o tre dirigenti provinciali bensì siano fatte oggetto di dibattito all’interno del coordinamento provinciale. Quel coordinamento che a prescindere dallo Statuto riteniamo debba finalmente essere reso operativo affinché sia consento a tutti i membri di poter dibattere su questioni di carattere provinciale. Non vogliamo che discussioni come quelle come sul Piano Sanitario, o su temi di pari importanza, il direttivo del primo Partito della Provincia di Frosinone non venga coinvolto se non tardivamente negando la possibilità a tutte le su espressioni di poter manifestare il proprio punto di vista. Chiediamo pertanto al Segretario provinciale del Partito ed al suo Vicario di convocare in breve tempo una riunione del coordinamento provinciale e chiediamo al Presidente Iannarilli, che più volte ha dichiarato di rimettersi alla volontà del Partito, di assumere decisioni solo dopo aver ascoltato la volontà di questo organismo unico e vero organo rappresentativo dell’intero Partito stesso».La componente “augelliana” del Pdl, in consiglio provinciale, conta un rappresentante (Annalisa D’Aguanno che è anche consigliere regionale), mentre i giunta ha un proprio assessore di riferimento in Gabriele Picano che compare, però, anche tra i nominativi a rischio tour-over dopo le pressanti istanze di rimpasto. Aspetto che lascia leggere l’intervento dei quattro anche in funzione di tutela del loro rappresentante in esecutivo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...