Sanità, i Sindaci guidano la protesta


Da La Provincia Quotidiano del 12 ottobre 2010

Una trentina di sindaci (su 91) e circa 300 persone hanno preso parte, ieri sera a Frosinone, al corteo promosso dalla Consulta dei primi cittadini della provincia e che, da sotto il municipio del capoluogo, è giunto fino alla piazza dell’amministrazione provinciale. Presenti anche l’eurodeputato Francesco De Angelis (Pd), i consiglieri regionali Francesco Scalia (Pd) e Anna Maria Tedeschi (Idv). Obiettivo contestare il piano di riordino delle rete ospedaliera varata dalla presidente-commissaria Renata Polverini. Non ci sono state, come richiesto dagli organizzatori, le bandiere dei partiti (di destra o di sinistra) ci sono state le bandiere dei sindacati e di alcuni movimenti. Ci sono stati gli striscioni contro i tagli ai posti letto e le chiusure dei piccoli ospedali. Si è faticato a non far trasformare la manifestazione – che vedeva fianco a fianco sindaci di centrodestra e di centrosinistra e l’intervento anche il presidente Pdl della provincia – in una manifestazione contro la Polverini che, a più riprese comunque, un coro tra la folla ha apostrofato come “bugiarda”, riferendosi alle promesse fatte in campagna elettorale. Si è faticato a limitare gli interventi degli oratori ai soli tre previsti: quello del sindaco di Frosinone, Michele Marini (Pd); quello del sindaco del comune più piccolo (Acquafondata che era assente e in sua vece ha parlato la consigliera comunale Viviana Fuoco che, essendo anche segretaria provinciale dell’Idv, non ha perso occasione per magnificare la lotta del centrosinistra contro il piano sanitario) e quello del presidente della provincia, Antonello Iannarilli (Pdl) che, per intervenire, ha anche stoppato la seduta consiliare in corso nel palazzo di piazza Gramsci. Si è faticato ad evitare che tra i sindacati scoppiasse il putiferio perché Cgil e Uil hanno proclamato l’agitazione del personale Asl, mentre la Cisl e l’Ugl (sigla guidata fino a qualche mese fa dalla Polverini) no. Si sono ribadite le cose che ormai da giorni si dicono contro il piano Polverini: che penalizza la Ciociaria, taglia 327 posti letto, chiude 7 presidi ospedalieri, non assicura il Dea di II livello a Frosinone, mette in discussione anche postazioni del 118. C’è stato un ripetuto appello a partecipare anche alla manifestazione che domani, mercoledì, i sindaci e i cittadini terranno sotto la regione Lazio a Roma e sotto palazzo Chigi. Più di qualcuno – inutile nascondere che il grosso della piazza parteggiava per il centrosinistra – ha fischiato Iannarilli quando ha preso la parola. Ma il presidente della provincia ha saputo conquistarsi, poi, più di un applauso e diversi “bravo!” gridati a squarciagola, quando ha promesso il suo impegno – anche contro le posizioni della sua parte politica – affinché, all’interno dei necessari risparmi imposti da Governo, il piano possa essere rivisto per la Ciociaria a cui deve essere dato quello che la legge prevede: 4 posti letto per acuti e lungodegenza ogni mille abitanti. Iannarilli ha detto anche che sarà a Roma mercoledì. Altri sindaci come quello di Sora Casinelli ha già anticipato che non ci saranno. La sua posizione, il primo cittadino sorano l’aveva già anticipata in conferenza dei sindaci – condivisa anche dal sindaco di Veroli -. Era questa: inutile andare a farsi sbeffeggiare nella Capitale come è già successo. Mettiamo in atto altre forti proteste. Se la Polverini non concorderà con noi come rivedere il piano dimettiamoci tutti. Novantuno comuni che rischiano di andare al voto sono una bella bomba per comunicare il malessere di un territorio. La scelta che è prevalsa è stata un’altra: scendere in piazza e manifestare. Lo si è fatto ieri a Frosinone. Lo si farà domani a Roma. Si spera – per essere un po’ più convincenti – che, almeno i numeri, nella Capitale siano altri e migliori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...