Vacanze terminate si torna a lavoro…


Da La Provincia Quotidiano del 30 agosto 2010

Nessuno stravizio, nessuna vacanza da sogno in qualche isoletta tropicale. I politici ciociari non si allontanano da casa ed al massimo azzardano una due giorni al mare, meglio se laziale.
Neanche la pausa ferragostana li ha convinti a mollare la politica e le preoccupazioni per la cosa pubblica in un’estate che, in verità, ha visto anche a livello nazionale la politica non lasciare la scena dell’informazione.
La pausa agostana sta però per finire. Già da oggi e poi più serratamente dalla prossima settimana le istituzioni riprenderanno il loro passo e le agende sono già piene di date, appuntamenti e questioni da affrontare. La vacanza è finita e si torna a fare sul serio in una regione, il Lazio, ed una provincia, quella di Frosinone, che di emergenze e necessità ne hanno da esportare.
Ecco allora come hanno trascorso la pausa estiva e quali sono i buoni propositi per l’immediato futuro maturati dai “big” ciociari sotto l’ombrellone.

Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale non si è allontanato molto. Al massimo qualche giorno al mare a Gaeta per battere la calura e rigenerarsi al sole. Poche giornate di relax in attesa di tornare a lavoro ma senza mai distogliersi completamente dalle priorità a cui mettere mano non appena, dismesso il costume, tornerà in giacca e cravatta negli uffici della Pisana.
«Non sono uscito affatto – ci ha raccontato – qualche giorno di mare e di riposo. Niente di più. Ora si torna a lavoro e le priorità non mancano». Tra le prime preoccupazioni di Abbruzzese c’è la Sanità regionale e ciociara in particolare. «Bisogna affrontare l’argomento con grande responsabilità e dire le cose come vano dette senza ulteriori problemi» ci ha annunciato. Ma l’attenzione è massima anche per il lavoro ed il sociale. «Una cosa, però mi incoraggia – spiega il presidente Abbruzzese – aver visto che i dati sulle ore di cassa integrazione in provincia di Frosinone sono incoraggianti, segno che c’è un piccolo ed incoraggiante accenno di ripresa».

Pochi giorni di relax anche quelli che si è concesso il presidente della provincia di Frosinone e parlamentare Antonello Iannarilli. Anche lui è rimasto legato ai temi politici che hanno animato l’estate e se si è concesso qualche giornata di riposo è stato per seguire il meeting di Rimini promosso da Comunione e liberazione e prossimamente a Gubbio per l’iniziativa del Pdl. Poi ci sono scappati anche due giorni in montagna a Collepardo con la famiglia. Ma nulla di più. «In famiglia e qui in Ciociaria» sintetizza così le sue vacanze Iannarilli e detto da presidente della provincia suona quasi come un invitante spot. Gli appuntamenti in agenda sono già chiari: due le emergenze da risolvere subito già entro settembre. Una è la questione dell’Agenzia formazione e del personale; l’altra e quella dell’Acqua, la tariffa idrica ed i rapporti con il gestore Acea. «Temi su cui abbiamo continuato a lavorare anche in questi giorni» ricorda l’onorevole Iannarilli.

A casa, anzi con gli amici, il senatore Oreste Tofani che ha utilizzato il periodo di pausa estiva per continuare, assieme ad altri colleghi, nel tentativo sicuramente difficile, di ricucire i rapporti tra Berlusconiani e Finiani. Un periodo di riposo utilizzato anche per riflettere sulla situazione politica che vive l’Italia in questi giorni con qualche uscita, rigorosamente sul territorio nostrano, assieme a qualche amico. L’agenda degli appuntamenti settembrini di Tofani è già colma di date. Un impegno però resta continuo, proprio quello di mediazione tra Berlusconi e Fini per rimettere assieme, ma forse il senatore preferirebbe dire “tenere assieme” il Pdl «un grande partito europeo ed il partito italiani». Guai a parlare di elezioni anticipate. «Non ci credo affatto» dice Tofani che in agenda mette pure gli impegni per il lavoro, la ripresa economica e lo sviluppo.

Ha scelto le sagre di paese, le feste patronali e le processioni Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale dell’Italia dei Valori. Solo qualche giorno di mare in Puglia, ma il grosso delle vacanze le ha volute trascorrere nella sua Roccasecca. «Premetto che le processioni le ho sempre seguite anche prima di diventare consigliere regionale perché sono una cattolica praticante» precisa la Tedeschi che ha voluto onorare tutti gli appuntamenti delle contrade e delle fazioni della sua città, anche la festa della birra. «Poi – aggiunge – per respirare un po’ d’aria di sinistra, con la mia famiglia siamo andati qualche giorno in Puglia. Nulla di eccessivo: abbiamo alloggiato in un’antica masseria e siamo andati sulla spiaggia libera. Ho un bel ricordo del paesaggio di olivi e limoni che abbiamo incontrato e del mare pugliese». In agenda già tanti appuntamenti: «Inizierò dalla commissione regionale di cui sono vicepresidente, quella Industria, commercio ed artigianato, che ha in programma già a settembre diverse audizioni di parti sociali e rappresentanze di categoria. Audizioni che sono preliminari alla redazioni di proposte di legge regionale, che giungeranno dalla commissione e che siano capaci di interpretare le esigenze dei vari settori». Occupazione, lavoro, sviluppo ma anche sanità tra le priorità dell’esponente Idv: «Non solo la vicenda del Dea di 2° livello a Frosinone che pure negarcelo sarebbe uno scandalo – dice Tedeschi – ma anche la questione del Dea di Cassino e le esigenze, aspettative ed in una parola il futuro degli altri nosocomi del territorio».

Ha preferito starsene a casa, forse anche perché per lavoro spesso ultimamente è stato all’estero, anche Enzo Di Stefano, consigliere regionale e capogruppo della Lista Polverini. «Ho voluto trascorrere – spiega – la breve pausa istituzionale e dell’attività di impresa tra la mia gente e con gli amici, anche perché credo che sia indispensabile rafforzare i legami con la gente e con le persone». Una vicinanza agli amici che l’onorevole Di Stefano ha voluto testimoniare fisicamente restando nella sua Sora ma anche formalmente con una serie di interventi sui giornali e politici a sottolineare le esigenze e i problemi da risolvere al più presto. Non solo temi locali ma anche regionali, con un’agenda fitta di appuntamenti a partire già da questa settimana e con l’obbiettivo puntato sulla sanità, ma anche sui temi caldi dello sviluppo, del sociale e dell’occupazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...