Provincia/ Nel Pdl è guerra tra ex Fi ed ex An


Da La Provincia Quotidiano del 15 luglio 2010

E per fortuna che, proprio nei giorni scorsi, il presidente Silvio Berlusconi ha annunciato che sconfiggerà le logiche delle correnti nel suo partito. Vabbè.
Prima notizia: l’inaugurazione della nuova sede provinciale del Pdl fissata per le 19 di ieri a Frosinone è stata annullata.
Seconda notizia: il Pdl ciociaro non perde occasione per mettere in mostra le liti in atto al suo interno, imbrigliato come è, in logiche correntizie tra ex forzisti ed ex alleanzini. La nuova sede di via Aldo Moro 26 per il momento resta chiusa. Gli onorevoli Lupi e Martinelli, rispettivamente responsabile e viceresponsabile nazionale del partito, a cui era affidato il taglio del nastro, se ne sono restati a Roma. La “compattezza e l’unità di intenti” con cui il Pdl si accingeva “ad organizzare la propria attività politica sul territorio” – di cui si leggeva nel comunicato che fissava la cerimonia inaugurale – per adesso restano auspicabili dichiarazioni d’intenti. L’armonia si è rotta al momento di fissare quanti coordinatori comunali dovessero andare, in provincia di Frosinone, agli ex Fi e quanti agli ex An.
L’elenco dei rappresentanti locali del Pdl, infatti, doveva essere presentato in occasione della cerimonia di ieri e, con gli opportuni e giusti alchimismi, doveva garantire la pacifica convivenza tra le due forze “cugine”. Alcuni giorni fa, l’intesa sembrava raggiunta: due terzi dei nomi agli azzurri; un terzo agli alleanzini. L’elenco, firmato dai due coordinatori ciociari (Franco Fiorito ex An e Adriano Roma ex Fi) è così partito alla volta della Capitale per il definitivo “imprimatur” del Pdl. Ma, all’ombra del Colosseo, pare che le cose siano cambiate: gli alleanzini di posti ne avrebbero chiesti cinque di più. Hanno approntato una contro-lista, più “fiorita” e meno “romana”. Gli azzurri non hanno ceduto. L’accordo non è arrivato e l’inaugurazione è saltata.
Ieri sera, sul tardi, però è giunta la buona notizia: l’intesa c’è, almeno matematicamente: agli ex forzisti 21 coordinatori, ai partiti minori (Dca, Cristiano popolari, ecc.) 2, agli ex alleanzini 11. Questo il frutto della mediazione operata dai responsabili nazionali che hanno cercato di limare le incomprensioni tra le due anime, di trovare, come si dice, la quadratura del cerchio. Pare fatta, ora si attende l’annuncio della nuova inaugurazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...