Lazio, il piano sanitario all’esame del Governo


Da La Provincia Quotidiano del 26 ottobre 2010

«Ci auguriamo di superare, come diciamo da mesi, il tavolo di verifica sulla sanità con un verbale positivo». Lo ha detto ieri la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, in merito all’appuntamento di quest’oggi al ministero dell’Economia per il piano di rientro sanitario.
Piano di rientro che continua a far discutere e suscitare polemiche. Ieri, avevamo riferito della posizione assunta dal rettore dell’Università di Roma “La Sapienza”, Luigi Fati, che sostanzialmente aveva detto: «Le macroaree vanno riviste. Non può gravare tutto su Roma. Non è possibile che le province non abbiano un minimo di autonomia sanitaria e se uno si ricovera a Viterbo, Latina, Rieti o Frosinone, poi l’ultra specialistica la trova a Roma e si deve quindi ricoverare due volte: un vero spreco». 
Parole ampiamente condivise (e già da tempo anticipate) proprio dagli stessi cittadini e gli amministratori delle province.
A Fati e al commissario straordinario del policlinico Umberto I di Roma, Dino Cosi, che pure era intervenuto sull’argomento la Polverini ha, però, risposto:
«Il piano sanitario è una operazione complessa di riorganizzazione, non solo della rete ospedaliera ma di tutto il sistema sanitario, al fine di garantire, con maggiore appropriatezza ed efficienza, il diritto alla salute per tutti i cittadini e su tutto il territorio oltre che porre le basi per la stabilità finanziaria. Per quanto riguarda i policlinici universitari, è stato redatto in collaborazione e assoluta condivisione con i rettori e dunque, nel caso della Sapienza e del Policlinico Umberto I, con il rettore Frati. La responsabilità di eventuali errori, quindi, è di chi ha contribuito alla stesura del piano e comunque sarà il commissario ad acta ad occuparsene, come nel caso del reparto di neuropsichiatria infantile sul quale sono state già date rassicurazioni. Riguardo all’attesa sulla valutazione del governo, non spetta certamente al rettore Frati ed al commissiario Cosi entrare nel merito del piano e delle sue verifiche che attengono esclusivamente al sottoscritto commissario ad acta e al governo stesso». Oggi vedremo cosa diranno dal dicastero economico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...