Frosinone, Multiservizi Spa: scongiurata la messa in liquidazione


Da La Provincia Quotidiano del 30 luglio 2010

Come era già apparso chiaro dopo l’ultima seduta del consiglio comunale di Frosinone, ieri mattina l’assemblea dei soci della Frosinone Multiservizi Spa ha scartato la decisione di mettere in liquidazione l’azienda. I soci (regione Lazio, Provincia di Frosinone, Comune di Frosinone e comune di Alatri) torneranno a riunirsi il prossimo 24 settembre (1° convocazione alle ore 12) per nominare il nuovo Cda della società. Soddisfatto il commento del comitato di lotta dei lavoratori che in una nota scrive: «La messa in liquidazione avrebbe aperto una voragine pericolosa anche per il presente e per i lavoratori. Come convenuto venerdì scorso, i soci hanno finalmente lasciato le cose com’erano senza peggiorarle. Il 24 settembre ci sarà l’ elezione di un nuovo CdA con l’incarico di impostare soluzioni per la prosecuzione della Società anche dopo la scadenza dei contratti (30 giugno 2010). Quello che accadrà lo si capirà fin da settembre. I lavoratori – dice Paolo Iafrate del comitato – vigileranno ma già è chiaro che le difficoltà saranno molte, viste le situazioni presenti». Nell’assemblea dei soci di ieri, insomma, si è ribadito l’impegno a mantenere in vita la società manche quello di garantire la continuità aziendale, riorganizzando la Spa e realizzando un piano industriale più efficace. Compiti che spetteranno, appunto, al nuovo Cda che sarà deciso dopo la pausa estiva. Una delle possibilità anticipate è quella di cedere, a scadenza dei contratti di servizio il prossimo giugno, alcuni rami d’azienda agli stessi soci della Spa. Un’eventualità che consentirebbe di tutelare i lavoratori che seguirebbero l’attività e quindi tornerebbero negli organici degli enti soci. Sulla vicenda è intervenuta anche la segreteria politica cittadina del Partito Democratico di Frosinone che ha ribadito la piena solidarietà ai lavoratori della Società Frosinone Multiservizi. «Il Pd di Frosinone – si legge in una nota a firma del presidente Alessandro Martini, del segretario Fabrizio Cristofari e del capogruppo Pierluigi Quaresima – plaude all’enorme sforzo finanziario messo in atto dall’Amministrazione Comunale di Frosinone al fine di garantire i contratti di servizio in essere e ritiene doveroso il mantenimento degli attuali livelli occupazionali. Altresì il Pd di Frosinone stigmatizza l’azione degli altri soci (Comune di Alatri, Provincia e Regione Lazio) che ad oggi non ha visto gli stessi adempiere a nessuno degli impegni sottoscritti nei confronti della società. Il Pd ritiene necessario monitorare da parte dell’amministrazione comunale e della maggioranza politica l’evolversi della situazione che non può risolversi solo con le nomine del Cda e degli altri organi. Altresì il Pd – prosegue la nota – chiede al sindaco di attivarsi per la costituzione di un tavolo permanente alla presenza anche delle organizzazioni sindacali al fine di trovare tutte le soluzioni utili al consolidamento della società ed alla salvaguardia dei livelli occupazionali anche alla luce della prossima uscita della Regione Lazio dalla compagine sociale e la prospettiva futura della società relativamente al tema della natura in house della mission aziendale».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...