«Nuove assunzioni impossibili senza il piano per il personale»


Da La Provincia Quotidiano del 20 maggio 2010

Una lettera con cui si sollecita l’immediato intervento del Commissario ad acta alla Sanità del Lazio, Renata Polverini. E’ quella inviata ieri dalla Fials (Federazione italiana lavoratori sanità) di Frosinone, ai vertici regionali e provinciali della Asl ciociara. Il problema al centro dell’intervento è – come già in passato la sigla sindacale aveva segnalato – la mancata predisposizione da parte dell’azienda frusinate del piano triennale di fabbisogno del personale, strumento indispensabile per poter richiedere i necessari nulla osta per nuove assunzioni, stabilizzazioni di precari, riorganizzazione delle figure professionali. «Si dibatte, oramai da tempo, sull’apertura del nuovo ospedale di Frosinone, sulla chiusura di determinati reparti del P.O. di Cassino nonché sulla stabilizzazione del personale cosiddetto precario di vari profili professionali (i cui contratti a tempo determinato, è opportuno rammentare, sono oramai di imminente scadenza) – si legge nella nota -. Sfugge, però, alla totalità dei partecipanti a tale dibattito un dato evidente che non viene affatto considerato: nel momento in cui si sostiene che vi è carenza di personale, viene formulata da ogni parte una cifra numerica senza considerare che, nel momento in cui si sostiene una insufficienza di personale occorre precisare l’entità numerica delle unità mancanti, distinte per profili professionali e per singola struttura/reparto/servizio. Ogni assunzione di personale può essere effettuata (ed autorizzata eventualmente dal Commissario ad acta alla sanità) se la Asl ha adottato preventivamente un piano triennale di fabbisogno del personale che presuppone, ‘a monte’, l’adozione della dotazione organica con l’indicazione specifica del personale in servizio e, poi, quello vacante, distinto per profili professionali ed area di inquadramento. Va, altresì, indicato un quadro economico della spesa necessaria alla copertura di detti posti e dell’attuale disponibilità finanziaria». Dalla Asl (vedi altro articolo in pagina) sostengono, però, di aver già predisposto tale pianificazione, ma di essere in attesa delle novità sul piano di rientro regionale in modo da adeguare lo strumento programmatico del personale ai futuri assetti delle strutture ciociare. Da parte loro, dalla Fials ricordano, però, che: «Il piano triennale del fabbisogno di personale costituisce un obbligo sancito dalle legge» aggiungendo che «se si procedesse con tale adempimento, oltre ad una effettiva responsabilizzazione della dirigenza – che deve indicare le figure necessarie al funzionamento delle strutture guidate, ndr -, si potrebbero rilevare non solo le carenze effettive di personale, ma anche oggettive situazioni di non diligente distribuzione del personale che, per contro, andrebbe correttamente riallocato. E’ legittimo chiedersi – prosegue la nota – per quale ragione nel momento si è a conoscenza di un’inosservanza grave della legge e di una perdurante inadempienza di apposite disposizioni non si intervenga per sanzionare tale condotta. Infatti, è oramai noto, che la Asl di Frosinone, nel corso di un quinquennio di gestione non è stata in grado di formulare non solo la dotazione organica del personale che indicasse le ‘vacanze’, ma, soprattutto, il piano triennale di fabbisogno del personale, la cui carenza non consente di procedere a nuove assunzioni di personale e, soprattutto, di formulare motivate richieste di assunzione alla Regione Lazio. In molti casi, infatti, la Regione ha rigettato le richieste di assunzioni perché affatto motivate ovvero non supportate da elementi certi e documentati che sostenessero la indifferibilità e l’urgenza». Per ora la Asl, secondo la sigla sindacale si è limitata a fotografare la situazione attuale, che di perse non consente nemmeno l’attivazione delle procedure di stabilizzazione del personale precario. «Necessita, pertanto, un immediato intervento del Commissario ad acta alla Sanità» dicono dalla Fials poiché «la Asl di Frosinone è palesemente inadempiente su di una problematica di sicura valenza ed attinente la gestione generale dell’azienda».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...